Intervista a Marco Regazzoni, Autolinee Varesine

Intervista a Marco Regazzoni, Autolinee Varesine

Scritto il 11/05/2021
da Editor

APRILE 2021 – Autolinee Varesine sceglie i Mercedes Citaro Hybrid per rinnovare una flotta sempre più green

Rinnovare nel segno della transizione ecologica e dell’innovazione per garantire un servizio di qualità. Queste le direttrici su cui si muove Autolinee Varesine, azienda fondata nel 1979 che oggi eroga i servizi di trasporto pubblico locale della sottorete Nord del Varesotto, comprendente le linee urbane di Varese (2 milioni di chilometri/anno) e le circa 25 linee extraurbane per un totale di 3,4 milioni di chilometri anno.

Autolinee Varesine conta su oltre trecento dipendenti e un parco mezzi composto da duecento autobus (la flotta urbana, di circa 60 mezzi, ha un’anzianità media di 6,6 anni), costantemente rinnovato all’insegna di maggior comfort, sicurezza e attenzione all’ambiente. E proprio nel segno del rinnovamento si innestano gli 11 Mercedes Citaro Hybrid presentati il 3 maggio scorso alla città di Varese. Leggi qui l’articolo relativo a questa consegna.

Marco Regazzoni, responsabile relazioni esterne di Autolinee Varesine, avete da poco presentato dei nuovi autobus. Un segnale positivo in questo momento…

Sì, si tratta di una flotta composta da 11 Mercedes Citaro Hybrid, comprendente modelli da 10 e 12 metri, dimensioni che si addicono bene alle caratteristiche delle linee urbane che copriamo con i nostri servizi. Sono tutti autobus ibridi acquistati in accordo col Comune di Varese che ne ha finanziato una parte considerevole. Con questa scelta l’azienda ha voluto insistere su una tecnologia che garantisce il rispetto dell’ambiente e altre prestazioni. Consideri che il nostro esercizio insiste su un profilo altimetrico caratterizzato da salite e discese dove serve un motore performante e questi Mercedes per noi sono una garanzia.

È la prima volta che acquistate autobus ibridi?

No, da circa due anni disponiamo di un Mercedes Citaro Hybrid che ci ha consentito di maturare una certa esperienza con questa tecnologia. L’esperienza si è rivelata positiva sotto molti punti di vista. Il risparmio in termini di consumo di carburante, per esempio, si è attestato tra il 10 e il 15 per cento. Ma non è solo una questione di consumi…

C’è dell’altro?

Sì, il Citaro Hybrid si è rivelato un mezzo confortevole sia per l’autista sia per i passeggeri: ci sarà un motivo se questo è il modello più venduto in Europa…

Con che tipo di finanziamento Autolinee Varesine ha acquistato questi 11 autobus?

Questi 11 autobus sono stati acquistati grazie ai fondi del Decreto Rilancio emanato l’estate scorsa. Decreto che ha reso disponibili importanti risorse per il rinnovo del parco mezzi e per accelerare la transizione ecologica, un tema fondamentale per il Comune di Varese che si è impegnato in prima persona in questa operazione. Questi 11 autobus ibridi sono un primo passo nella direzione della transizione elettrica, fermo restando che anche un autobus diesel di ultima generazione garantisce livelli di emissioni particolarmente contenuti.

Cambiamo ambito. La manutenzione, al di là della scelta tecnologica, oggi ha un ruolo centrale nella gestione delle flotte…

Certamente. La manutenzione e l’assistenza post vendita sono un elemento centrale. Con EvoBus abbiamo un rapporto ormai storico, noi li consideriamo dei partner. La relazione con EvoBus è sicuramente positiva, aiutata anche dalla vicinanza geografica con il centro di Besnate (Va), un punto di assistenza che peraltro si sempre distinto per la serietà e la professionalità.

Ringraziamo Marco Regazzoni per l’interessante conversazione.

Clicca per votare questo post!
[Total: 0 Average: 0]